Menu
  • Non doveva finire così

  • Lampa Lampa

  • Nel gommone

  • Manuale di scrittura creativa 2.0

  • Fulmine

    Viene al mondo in automobile, nel bel mezzo di un furibondo temporale, e Fulmine è il nome che la sua mamma ragazza gli dà. Cresce sotto il sole di Puglia, scalpita, vuole racimolare i soldi per andare lontano; raccogliendo olive e pomodori si scontra per la prima volta con l’ingiustizia degli uomini. Sulla strada che […]

  • Invertendo l’ordine dei fattori

    Gianni Rocchi è un orologiaio, uno degli ultimi artigiani di Milano. Il suo negozio ha più di cent’anni, apparteneva al padre, al nonno e prima ancora al bisnonno. Ma ora c’è la crisi e il negozio rischia iol fallimento. Gianni Rocchi non sa come uscirne. Suo figlio sì. Lui è bocconiano, è moderno, sa come […]

  • La scommessa

    (Marco y Marcos – pp. 256 – 15 euro) Renato Schiavi è uno straordinario scrittore di gialli, Francesco De Vita un raffinato, intelligentissimo critico letterario capace di risolvere ogni genere di intrigo. Nasce quindi l’idea di una scommessa. Schiavi scriverà un  nuovo giallo davanti agli occhi di De Vita e quest’ultimo scommette di scoprire il […]

  • Assassinio in libreria

    (Marcos y Marcos – pp. 210 – 12 euro) “Assassinio in libreria” è il libro che ha tenuto a battesimo MarcosUltra, una nuova collana della Marcos y Marcos. È un singolare giallo che ha per protagonisti personaggi reali. La vittima è Tecla Dozio, mitica libraia milanese che per 25 anni ha guidato la “libreria del […]

  • Nomination

    (Fanucci editore – pp. 220 – 14 euro) Un’isola sperduta (e nella realtà inesistente) del Pacifico. Una televisione privata organizza un diabolico reality. I concorrenti sono otto assassini già condannati a morte dalla giustizia americana. Il pubblico da casa, col telecomando, decide ogni settimana chi di loro debba essere giustiziato. Alla fine se ne salverà […]

  • La strana vita di George Clone

    (Piccoli e Cattivi /New Editing Libri – pp. 64 – 5 euro) Non è certo un romanzo, ma soltanto un racconto lungo, un divertissment. Narra di un bambino clonato che, per un errore che la scienza ancora non riesce a spiegare, rischia di vedere bloccata la sua crescita ogni volta che viene colpito dalla pioggia. Una […]

  • Sono un prete da marciapiede

    (Sperling & Kupfer Editori – pp. 130) Terzo e ultimo libro sulla droga. Stavolta la parola è a don Antonio Mazzi, il fondatore di Exodus. Con grande coraggio  e schiettezza il prete più amato dagli italiani racconta la sua vita, le sue esperienze di educatore, le sue battaglie in difesa degli emarginati. Un racconto schietto, senza […]

  • Se ho smesso io

    Edizioni Paoline – pp. 120 – fuori mercato) Il pretesto è il diario di un fumatore pentito, quale sono io. Il risultato una satira sul giornalismo, sulla famiglia, sulla società. Il concetto è semplice: se ho smesso di fumare io che  ogni giorno ho a che fare con colleghi accidiosi, parenti asfissianti e turbamenti social-politici, […]

  • Mamma eroina

    (Bompiani – pp. 158) È il sequel degli Sdrogati. Stessa impostazione. I ragazzi di San Patrignano raccontano le loro terribili esperienze con la droga. Amnche questo libro l’ho ascritto a quattro mani con Romano Asuni. Oggi queste testimonianze possono sembrare superate, ma il libro, negli anni Ottanta, fu un pugno nello stomaco per i lettori.

  • Gli sdrogati

    (GEI – pp.236 – fuori mercato) È il primo di una trilogia sul pianeta droga. Racconta dieci storie di ragazzi di San Patrignano, la comunità creata da Vincenzo Muccioli sulle colline di Rimini. Storie crude, toste, oggi forse un po’ superate, ma all’uscita del libro, sicuramente destabilizzanti. L’ho scritto a quattro mani con un caro […]

  • La Scala del calcio

    ( pagg. 250 – Rizzoli Editore) Anche se ufficialmente è intitolato a Giuseppe Meazza, fuoriclasse degli anni Trenta due volte campjone del mondo alla guida della Nazionale, lo stadio di Milano è, e sempre sarà, “San Siro”, nome ispirato a una cappelletta che sorgeva nei pressi agli inizi del Novecento. Questo libro ne ripercorre gli […]

  • Il mestieraccio

    Edizioni Studio Erre – pp. 126 – fuori mercato) È il mio primo libro. Risale al 1979, quando ero redattore capo al Corriere d’Informazione, il quotidiano della sera del Corriere. La copertina è di Guido Crepax, il papà di Valentina. Anche se è ormai vecchio di oltre trent’anni è un libro che amo moltissimo, una satira lieve […]

Per scoprire appuntamenti e presentazioni di "Fulmine" visitate il sito di Marcos y Marcos.

Marcos Y Marcos →