Menu

Caccia all’untore, anzi all’immigrato

All’improvviso sono diventati tutti infettivologhi e specializzati, oltre tutto, in malaria. È morta una bimba, la fortunatissima Sofia Zago, di soli quattro anni, e sulla sua pelle si  è subito scatenata la canea anti-immigrazione, una vera e propria caccia all’untore. “Dopo la miseria portano la malaria” titola in prima pagina Libero. E aggiunge “Immigrati affetti da morbi letali diffondono infezioni”.Tutto questo senza un’ombra di dubbio, senza un forse, senza un condizionale. Una vergognosa certezza assoluta.

Questo è il giornalismo di oggi. Un giornalismo che se esistesse un Ordine verrebbe come minimo ammonito. Ma l’Ordine dei giornalist in Italia non esiste.

About admin

No comments