Menu

Ma i grillini sanno che cosa è stato il fascismo?

D’accordo le strategie politiche, d’accordo la corsa al voto da qualunque parte esso provenga, va bene tapparsi il naso, ma ci sono cose sulle quali non è lecito speculare. Una di queste è l’antifascismo e fanno bene quanti ricordano che farne l’apologia è vietato dalla Costituzione e fanno benissimo quelli che, sentendone la puzza, propongono leggi che ne vietano la propaganda non soltanto in piazza e sui muri, ma anche e soprattutto sui social.

D’accordo su questo punto? Mi auguro di sì, dovrebbero essere considerazioni scontate. E invece scontate non sono. Perché il mostro della politica ha sempre più fame e chiede voti, voti, voti, consensi e applausi. Ha fame il mostro e fa dire ai grillini che la proposta di legge che vuole condannare chi propaga il pensiero fascista è liberticida. Una tesi aberrante che solo Salvini, la Meloni e la Mussolini possono condividere. Ma quei ragazzotti che giocano a fare i politici e vorrebbero governare l’Italia sanno che cosa è stato il fascismo?  Sanno chi erano Giacomo Matteotti, i fratelli Rosselli, Sandro Pertini, eccetera eccetera eccetera? Sanno delle leggi razziali? Degli  italiani morti in campo di concentramento? Ma perché invece di aprire bocca a sproposito non aprono qualche libro?

About admin

No comments